The Great Western Burlesque and Cabaret Festival

The Great Western Burlesque & Cabaret Festival è stato il mio primo festival di burlesque internazionale. Si è tenuto a Bridgewater (vicino Bristol in Inghilterra) dal 14 al 16 Febbraio 2019.

Tirando le somme, a parte la grandissima emozione che ho provato, come non mi succedeva da tempo, ho visto cose molto differenti da quello che accade in Italia.

Organizzato da Trixie Whipp, è stato un festival vario con performer provenienti da molte parti d’Europa.

Prima di tutto voglio parlare del pubblico: presente, partecipativo e caloroso. Il pubblico inglese, differentemente da quello italiano, apprezza il burlesque, lo segue, lo ama e lo dimostra. Pur non conoscendo molte di noi, non appena veniva annunciato il nome della performer iniziavano urla, incitamenti ed applausi. Durante tutto il pezzo la cosa continuava e questo, devo dire, metteva una certa allegria anche a chi stava performando.

Trixie Whipp è stata accogliente e disponibile. Ci ha fornito tutte le  informazioni, ha cambiato le date delle esibizioni in base ai voli ed alla disponibilità di ognuna di noi, si è resa disponibile per i vari accompagnamenti e ci ha fornito tutte le informazioni utili per renderci l’arrivo e la partenza più agevoli. Una “padrona di casa” perfetta.

Lo spettacolo è stato vario. Mi sono esibita per prima quindi, dopo essermi cambiata, ho avuto la possibilità di vedere quasi tutte le altre performance. Ci sono state performance più teatrali, altre più danzate, ma tutte con qualcosa da raccontare. Quello che mi è saltato all’occhio è che c’era molta musica contemporanea. Non tutte avevano una grande attenzione ai costumi, molti erano molto essenziali, altri molto pomposi, ma non erano di sicuro costumi glamour o particolarmente luccicanti. Molti più vicini a costumi teatrali che a costumi per burlesque. Ma proprio questa varietà è stata la carta vincente dello spettacolo, perché ha resto tutto molto dinamico e interessante.

Insomma nell’insieme un’esperienza molto arricchente, dalla quale ho imparato moltissime cose.

Tutto il resto (compresa la viva espressione del mio entusiasmo) lo trovate nel video

Di seguito trovate anche un video di saluti che ho girato con le altre italiane presenti la sera del festival in qui ho performato io: Spicy Apple, Amalia Vox e Elise EN.