Comunicare con il pubblico

Nel burlesque la comunicare con il pubblico è fondamentale in quanto il burlesque è varietà e la caratteristica del varietà è che gli attori parlano direttamente con il pubblico.

Però nel burlesque viene meno proprio la parola e quindi il primo istinto è quello di comunicare con il viso. Ma non è del tutto corretto perché se lavoriamo in teatri o ambienti molto grandi, il viso arriverà soltanto alle prime file. Il mio suggerimento è: impariamo a comunicare con il corpo e con lo sguardo.

Alleniamoci a guardare continuamente il pubblico. Oltre a questo, alleniamoci a preparare le nostre performance prima col corpo e poi col viso. Cerchiamo di esprimere molto bene prima col corpo l’emozione che vogliamo far passare e poi eventualmente aggiungiamo anche il viso.

Vi suggerisco di farvi aiutare o di farvi delle riprese. La cosa migliore è provare sempre avanti allo specchio, ma mentre stiamo provando difficilmente possiamo riuscire a tener ed’occhio tutti i movimenti di ogni singola parte del corpo più la nostre espressione. Quindi abbiamo bisogno di un occhio esterno che possa essere o un regista, o qualcuno che ne capisce di danza e di teatro o, meglio ancora, una braa insegnante di burlesque. In caso non abbiate nessuno che vi possa aiutare, fatevi una ripresa e guardatela più volte notanto tutti i particolari. Così che possiate voi stessi correggerli. Quando pensate di aver raggiunto un buon risultato riprendetevi ancora e vedrete che qualche altro particolare lo troverete sempre.

Il mio suggerimento è comunque di avere un occhio esterno, anche a cui far vedere la ripresa, perché molto spesso, quando siamo entusiasti della nostra idea, ci possono sfuggire delle cose che qualcun altro ci può far notare.

Alla prossima

Buona visione